Salute

Digestione: Combatti il Gonfiore Addominale

Digestione: Combatti il Gonfiore Addominale

Il gonfiore addominale si manifesta per diverse ragioni, e colpisce alcuni di noi più di altri. Anche se la salute ormonale può essere a volte causa di gonfiore addominale, la fonte più comune di questo problema è solitamente legata alla nostra alimentazione e al nostro stile di vita. Ecco 6 consigli per aiutarti a migliorare la digestione e a combattere il gonfiore.

1. Aumenta l’Apporto di Fibre

L’apporto giornaliero consigliato di fibre è di 30g al giorno; se ne assumiamo di meno, il nostro intestino inizia a rallentare il processo digestivo, facendoci sentire gonfi e fiacchi. Le fibre giocano un ruolo importante nel velocizzare il processo digestivo fornendo volume e mantenendo la salute dell’intestino. Un aumento graduale nell’assunzione di fibre permette al tuo corpo di adattarsi piano piano; prova ad aggiungere una spolverata di semi al tuo porridge al mattino o alla tua insalata per pranzo. I Semi di Chia hanno anche molti benefici in termini di salute cardiaca e ormonale.

Se stai cercando uno snack ricco di fibre, prova i Bio Bites di Myvitamins. Sono al gusto Cacao & Arancia e contengono un miliardo di fermenti vivi per porzione, perfetti per supportare la tua salute intestinale.

2. Prenditi del Tempo per Rilassarti

Lo stress può avere un grande impatto sul nostro apparato digerente, velocizzando o rallentando il process. In enrambi i casi, questo può portare a problemi digestivi ma diminuendo il livello di stress possiamo permettere al nostro cervello di essere più consapevole dei segnali inviati dal corpo.

Fare yoga non solo aiuta a imparare a controllare la respirazione, ma ci sono anche alcune posizioni che possono aiutare a stimolare i movimenti intestinali e a ridurre il gonfiore addominale. Le posizioni supine in cui si portano le ginocchia al petto sono particolarmente utili per massaggiare gli organi digestivi.

3. Tieni un Diario del Cibo

Ti sembra di sentirti gonfio dopo alcuni pasti o cibi particolari? Il cibo può impiegare fino a 48 ore per essere digerito completamente, quindi tenere un diario del cibo potrebbe potenzialmente aiutare a indentificare collagementi o fattori scatenanti relativi al gonfiore addominale. Se ti senti sempre gonfio o hai dolori associati al gonfiore, potrestri dover consultare il tuo medico di famiglia. Patologie come la Sindrome dell’Intestino Irritabile (IBS) o la Celiachia possono rendere la digestione di alcuni tipi di fibre più difficile.

4. Rimanere Idratato

Beret anta acqua è fondamentale per la salute dell’apparato digerente, visto che la disidratazione può causare un accumulo di materiale che ristagna nell’intestino. Questo può causare gonfiore e disagio. Soprattutto è importante bere molta acqua quando si aumenta l’apporto di fibre, perchè aiuta a muovere gli alimenti attraverso l’apparato digerente e ne previene l’accumulo.

5. Incorporare sia Prebiotici che Probiotici

Sono conosciuti come ‘alimenti funzionali’ e sono alimenti che offrono benefici aggiuntivi oltre ai loro valori nutrizionali. Includere i prebiotici nella dieta aiuta ad alimentare e nutrire i batteri buoni nell’intestino. Alcune fonti di prebiotici includono inulina, prodotti a base di grano, cipolla e aglio. Se stai avendo problem digestivi, aggiungere un integratore di probiotici o incorporare regolarmente nella tua dieta cibi fermentati può aiutarti a construire un microbioma intestinale in salute.

6. Integrazione Efficace

La sindrome premestruale colpise almeno il 50% delle donne e un aumento dell’ormone progesterone può causare cambiamenti come ritenzione idrica, gonfiore e malumore. È stato dimostrato che gli integratori con un alto dosaggio di calcio possono ridurre questi sintomi, quindi potresti considerare l’integrazione se la sindrome premestruale ti dà problemi regolarmente. Anche il manganese può essere usato in combinazione con il calcio per ottenere effetti migliori.



Marta Lovati

Marta Lovati

Scrittore ed esperto

Marta ha studiato Economia Internazionale e Management all'Università Bocconi a Milano per poi continuare gli studi con una laurea magistrale in Marketing alla University of Manchester, in Inghilterra. Marta è appassionata di musica e calcio, le piace andare in palestra e condurre uno stile di vita sano.